Martedì, 28 Febbraio 2017 11:35

Accesso civico semplice

Accesso Civico "semplice" concernente dati, documenti e informazioni soggetti a pubblicazione obbligatoria

Che cos'è

L’accesso civico è il diritto di chiunque di richiedere i documenti, le informazioni o i dati che le PP.AA. hanno l’obbligo di pubblicare ai sensi del decreto legislativo n. 33/2013, laddove abbiano omesso di renderli disponibili nella sezione “Amministrazione trasparente” del proprio sito istituzionale.

Come esercitare il diritto

La richiesta è gratuita, non deve essere motivata e va indirizzata al Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza ai sensi art. 5 comma 1 lett. d) del D. Lgs 33/2013, cosi come modificato dal D.Lgs. n. 97/2016.
La richiesta deve essere redatta sul modulo appositamente predisposto e presentata secondo le seguenti modalità:

  • se in possesso di una casella di posta elettronica certificata, l'interessato può presentare istanza all'indirizzo: ;
  • o, in alternativa, tramite Fax al seguente numero: 0541/ 707806;
  • o, in alternativa, tramite posta ordinaria al seguente indirizzo: via A. De Gasperi, 8, 48121 Ravenna.

rtfModulo per presentare l’istanza di accesso civico.44.05 KB

Il procedimento


L’interessato che presenta istanza di accesso civico dovrà riportare nel campo “Oggetto” della posta elettronica la seguente dicitura: “ISTANZA DI ACCESSO CVICO AI SENSI DELL’ART. 5 DEL D. LGS 33/2013 e s.m.i.”.

Il Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza, dopo aver ricevuto la richiesta, la trasmette tempestivamente, con nota protocollata, al Direttore/Dirigente della U.O. Responsabile per materia obbligato alla pubblicazione del dato o dell’informazione, informandone contestualmente il richiedente via posta elettronica.

Entro trenta giorni dalla data di ricevimento della nota, il Direttore Responsabile della pubblicazione del dato o dell’informazione, pubblica nel sito istituzionale www.auslromagna.it all’interno della sezione “Amministrazione Trasparente” il documento, l'informazione o il dato richiesto e contemporaneamente comunica al Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza l'avvenuta pubblicazione, indicando il relativo collegamento ipertestuale.

Il Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza comunica all’interessato il collegamento ipertestuale.

Nell’ipotesi in cui quanto richiesto risulti già pubblicato, il Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza ne dà comunicazione al richiedente, indicando il relativo collegamento ipertestuale.

La procedura di cui al presente articolo deve concludersi entro 30 giorni dal ricevimento della richiesta di accesso civico.

Il Responsabile della Prevenzione della Corruzione e della Trasparenza per le attività sopra descritte si avvale della Struttura Organizzativa di supporto al PTPC, così come individuata dal Piano Prevenzione e Corruzione trasparenza.

Non saranno tenute in considerazione istanze di accesso civico se non presentate con la descritta modalità.

Ritardo o mancata risposta

Nel caso in cui il Direttore/Dirigente Responsabile per materia obbligato alla pubblicazione del dato o dell’informazione ritardi o ometta la pubblicazione o non dia risposta al Responsabile della Prevenzione Corruzione e Trasparenza o lo stesso Dirigente non attivi l’istruttoria a fronte di una istanza di accesso civico, il richiedente potrà ricorrere, utilizzando gli appositi moduli, al Titolare del potere sostitutivo, individuato nel Direttore Generale pro tempore.

La richiesta deve essere redatta sul modulo appositamente predisposto e presentata secondo le seguenti modalità:

  • se in possesso di una casella di posta elettronica certificata (PEC), l'interessato può presentare istanza all'indirizzo: ;
  • o, in alternativa, tramite Fax al seguente numero: 0544/ 286505;
  • o, in alternativa, tramite posta ordinaria al seguente indirizzo: via A. De Gasperi, 8, 48121 Ravenna.

rtfModulo per presentare l’istanza di accesso civico al Titolare del potere sostitutivo29.58 KB

Il richiedente dovrà specificare nell’oggetto: “ISTANZA DI ACCESSO CIVICO AI SENSI DELL’ART. 5 DEL D. LGS 33/2013 e S.M.I. ” RIVOLTA AL TITOLARE DEL POTERE SOSTITUTIVO”.

Il Direttore Generale (soggetto titolare del potere sostitutivo), dopo aver verificato la sussistenza dell'obbligo di pubblicazione del dato o dell’informazione, provvede ad attivare una specifica istruttoria procedimentale per garantire, se dovuta, la pubblicazione del dato o dell’informazione non presente nel sito istituzionale www.auslromagna.it all’interno della sezione “Amministrazione Trasparente” e contemporaneamente ne dà comunicazione al richiedente, indicando il relativo collegamento ipertestuale.

Il termine per la conclusione della procedura è fissato in 15 giorni dal ricevimento dell’istanza.

Titolare del potere sostitutivo è:
Il Direttore Generale
Telefono 0544-286502 Fax 0544-286505
Indirizzo e mail PEC :

Tutela dell'accesso civico

Contro le decisioni e contro il silenzio sulla richiesta di accesso civico del Titolare del potere sostitutivo connessa all'inadempimento degli obblighi di trasparenza, il richiedente può proporre ricorso al giudice amministrativo entro trenta giorni dalla conoscenza della decisione dell'Amministrazione o dalla formazione del silenzio.

Letto 1539 volte Ultima modifica il Martedì, 07 Marzo 2017 16:28
Altro in questa categoria: Accesso civico “generalizzato” »